Share

News di Biokill e Cleankill

tutte le news raccolte da Studio Castello Srl

Sito verde anche per la sicurezza

SITO SICURO GRAZIE AD HTTPS!

Studio Castello srl è sensibile all’ambiente e propone prodotti indicati per chi si preoccupa della propria salute e dell’ambiente… ed ha anche un sito verde! Non solo nel colore, se guardate in alto a sinistra Google ci riconosce il lucchetto verde, che significa connessione sicura!

Il sito è infatti passato al protocollo https che garantisce

1) un’autenticazione del sito web visitato

2) protezione della privacy

3) integrità dei dati scambiati tra le parti comunicanti.

In telecomunicazioni e informatica è il risultato dell’applicazione di un protocollo di crittografia asimmetrica al protocollo di trasferimento di ipertesti HTTP. Viene utilizzato per garantire trasferimenti riservati di dati nel web, in modo da impedire intercettazioni dei contenuti.

Perchè la sicurezza per noi è importante!

Bambini in viaggio protetti

“Bambini in viaggio, il decalogo con i consigli dei pediatri

Per i bambini che si dovranno recare con i genitori in vacanza in un paese esotico i rischi sono in agguato. Per questo motivo, i pediatri della SIPPS hanno stilato un decalogo con i consigli sulle precauzioni da adottare….”
Leggiamo con interesse questo articolo scritto da un pediatra per il quotidiano Nazionale LA STAMPA, che oltre a dare buoni consigli cita espressamente il Biokill come valida soluzione:
Bambini in viaggio protetti da Biokill

Efficace contro lo Zika Virus

Dovete viaggiare all’estero in paesi a rischio Malaria, Zika, Dengue, Febbre Gialla, Chikungunya? Parola d’ordine: prevenzione!

 

Il consiglio è  di ridurre il rischio di contagio mediante la prevenzione delle punture degli insetti, ed in particolare della zanzara tigre, vettore di numerose malattie tropicali pericolose per l’uomo. E’ consigliato dalle AUSL fare uso di prodotti a base di permetrina da nebulizzare sui tessuti e sulle zanzariere.

Lo Zika

Nell’adulto e nel bambino la febbre Zika è una malattia simil-influenzale piuttosto blanda; l’unico rischio reale si verifica nella donna incinta perché il virus attraversa la barriera placentare e infetta il cervello del feto:

Ovviamente è sconsigliato alle donne in gravidanza, soprattutto nel corso del primo trimestre, e ai loro conviventi, il viaggio nelle regioni ad alta endemia, anche se le aree epidemiche per la microcefalia sono molto più ristrette di quelle epidemiche per la febbre Zika, segno che il virus più direttamente implicato potrebbe essere una variante locale della specie; è inoltre consigliata l’adozione di precauzioni contro le zanzare.